Le società minerarie colpiscono forte nel cuore dell’America

IN BREVE

  • Le aziende statunitensi stanno cercando di portare l’industria mineraria Bitcoin negli Stati Uniti.
  • C’è la preoccupazione che la Cina possa nazionalizzare le fattorie e perfezionare l’attacco al 51%.
  • L’industria dice che sta portando posti di lavoro nel cuore della depressione.

Le compagnie minerarie sono alla ricerca di un potere a basso costo nel cuore dell’America per cercare di far ripartire l’economia e ampliare i loro margini di profitto.

Il cestino del pane bitcoin

Mentre la Cina controlla la parte del leone dell’hashish di Bitcoin, alcune società stanno cercando nel cuore economicamente depresso dell’America un potere a basso costo per aumentare la concorrenza nel settore minerario.

La settimana del 7 dicembre 2020 ha visto una startup chiamata Core Scientific raccogliere oltre 23 milioni di dollari per estrarre Bitcoin. Con le fattorie minerarie in North Carolina, Kentucky e Georgia, l’azienda non è una principiante.

Con i prezzi attuali, una ricompensa in blocco vale circa 125.000 dollari. Ma molti contendenti sono tutti in lizza per ottenere quelle ricompense in blocco, e l’hashrate è alto.

Quindi, per rimanere efficienti dal punto di vista energetico e redditizie, aziende come Core Scientific hanno bisogno di trovare energia a basso costo. La startup ha cercato in America centrale per trovare quei kilowattora a basso costo, e sta portando posti di lavoro con sé. Con l’alto tasso di disoccupazione dovuto alla crisi della COVID-19, questi nuovi posti di lavoro sono i benvenuti.

Ma l’agricoltura digitale non è tutto divertimento al buio. Steve Wright, il direttore generale di un servizio pubblico nello stato di Washington, ha detto a Fortune che i minatori hanno sopraffatto le risorse energetiche della sua contea. Non hanno fornito un gran numero di posti di lavoro, e non hanno creato sinergie con le autorità locali, ha detto.

Mentre chiedevano tariffe speciali e basse per la loro elettricità, questi minatori sono stati negligenti con le loro attrezzature come i trasformatori e hanno appiccato incendi.

Il servizio bitcoin di Sua Maestà

È importante sottolineare che portare Bitcoin negli Stati Uniti è strategicamente valido a livello macro. La Cina attualmente controlla più del 50% dell’hashish di Bitcoin. Anche se il governo cinese ha regolamentato il cripto, l’agricoltura è rimasta relativamente intatta. Non c’è nulla che impedisca al governo cinese di prendere sotto il proprio controllo tutti i contadini Bitcoin sparsi della Cina.

Con così tanto potere nelle mani di così pochi, un attacco del 51% potrebbe paralizzare la rete Bitcoin. Le transazioni non sarebbero più adeguatamente convalidate, e l’entità potrebbe effettuare una „doppia spesa“, annullando così transazioni già confermate.

Ma le miniere di crittografia cinesi tendono ad essere le più redditizie. Hanno accesso al potere a basso costo e alle colossali capacità produttive della RPC. Ottenere una macchina ASIC, che è più efficiente delle tradizionali piattaforme minerarie, è economico. Di conseguenza, la Cina ha il maggior controllo:

Dispensa speciale per l’estrazione mineraria

E quindi essere competitivi nel settore agricolo non è un compito da poco. Core Scientific ha concluso accordi con aziende elettriche in cinque diversi stati per cercare di eguagliare i tassi di potenza a cui hanno accesso i cinesi. L’azienda ha anche concluso accordi con i produttori cinesi di piattaforme minerarie.

A quanto pare, Core Scientific è solo un ramo di uno schema più ampio. Un’organizzazione chiamata Foundry, che è dietro l’afflusso di capitale di 23 milioni di dollari a Core Scientific, sta gestendo lo show. Foundry è essa stessa una filiale del Digital Currency Group, che ha dichiarato di voler spendere 100 milioni di dollari per l’attività mineraria negli Stati Uniti.

Mike Colyer, CEO di Foundry, ha dichiarato a Fortune che l’afflusso di capitali per l’attività mineraria negli Stati Uniti è stato in parte causato dal tentativo di diffondersi intorno all’hashish:

„L’unico modo in cui la Bitcoin funziona è quando è distribuita in tutto il mondo e quando è decentralizzata“, ha detto Colyer. A suo parere, l’attività mineraria Bitcoin negli Stati Uniti aumenterà del 25% nei prossimi anni.